TOP GUM DI DONZELLO VINCENZO - Messaggio aziendale
VINCENZO DONZELLO Top Gum di Seveso

febbraio 2013

PETIZIONE SULLA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA

 
SI ESPONE  A FIANCO COPIA DELLA PETIZIONE PRESENTATA SUL SITO  DELLA CASA BIANCA  WE THE PEOPLE.
SI INVITA  EVENTUALI INTERESSATI A VOTARE  CLICCANDO SIGN-UP  ALL'INDIRIZZO SOTTO ESPOSTO.
A SCOPO DIVULGATIVO E DI PROMOZIONE A QUESTO PROGETTO  RICHIEDIAMO LA VOSTRA GENTILE COLLABORAZIONE.
GRAZIE
 
 
 
 
 
 
 
http://wh.gov/vip3

RISCHIO IDROGEOLOGICO TERRITORIO ITALIANO

UNA RAGIONE IN PIU' PER PRENDERE IN CONSIDERAZIONE IL PROGETTO DELLA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA.
Di seguito  si sottopone un report del Sig. PEPPE CARIDI  SULLA SITUAZIONE  IDROGEOLOGICA DEL TERRITORIO ITALIANO :
 
 
Disastri naturali: la mancata prevenzione del rischio idrogeologico costa 3,5 mld all’anno!
 
martedì 9 ottobre 2012, 12:07    PEPPE  CARIDI
 
La mancata prevenzione del rischio idrogeologico al quale e’ sottposto il territorio italiano ci costa 3,5 miliardi all’anno, con un costo complessivo dei danni provocati da terremoti, frane e alluvioni, dal 1944 al 2012, pari a 242,5 miliardi di euro. E’ quanto emerge da un rapporto realizzato dall’Ance in collaborazione con il Cresme. In particolare, dal 1991 al 2011, si legge nel rapporto, risultano finanziati interventi per circa 10 miliardi di euro, meno di 500 milioni all’anno, per l’80% gestiti dal ministero dell’Ambiente. In 10 anni (2002-2012) i bandi di gara per lavori di sistemazione e prevenzione del dissesto idrogeologico rappresentano, rispetto all’intero mercato delle opere pubbliche, solo il 5% per numero di interventi e il 2% per importi di gara. A partire dal 2007 il mercato ha registrato un deciso ridimensionamento, e la situazione potrebbe aggravarsi stando al debole risultato dei primi 6 mesi del 2012 (solo 301 gare). Eppure, il territorio italiano e’ caratterizzato da un forte rischio naturale. Le aree a elevato rischio sismico sono circa il 44% della superficie nazionale (131 mila kmq) e interessano il 36% dei comuni (2.893). Le aree a elevata criticita’ idrogeologica (rischio frana e/o alluvione) rappresentano circa il 10% della superficie italiana (29.500 kmq) e riguardano l’89% dei comuni (6.631). Nelle aree ad elevato rischio sismico vivono 21,8 milioni di persone (36% della popolazione), per un totale di 8,6 milioni di famiglie e si trovano circa 5,5 milioni di edifici tra residenziali e non residenziali. Il rischio sismico maggiore riguarda le regioni della fascia appenninica e del Sud Italia. Al primo posto c’e’ la Campania, in cui 5,3 milioni di persone vivono nei 489 comuni a rischio sismico elevato. Seguono la Sicilia, con 4,7 milioni di persone in 356 comuni a rischio e la Calabria, dove tutti i comuni sono coinvolti, per un totale di circa 2 milioni di persone. E sempre in queste tre regioni il patrimonio edilizio e’ esposto a rischio sismico maggiore: Sicilia (2,5 milioni di abitazioni), Campania (2,1 milioni di abitazioni), Calabria (1,2 milioni). Invece, la superficie italiana ad elevata criticita’ idrogeologica e’ per il 58% soggetta a fenomeni di frana (17.200 kmq) e per il 42% e’ a rischio alluvione (12.300 kmq). Sommando i due elementi di criticita’, l’Emilia Romagna e’ la regione che presenta un maggior livello di esposizione al rischio, con 4.316 kmq, pari al 19,5% della superficie. Seguono la Campania (19,1% di aree critiche), il Molise (18,8%) e la Valle d’Aosta (17,1%).
 
 
 
 
 
SECONDO VOI NON SAREBBE PIU' SENSATO COSTRUIRE CINQUE CITTA' PER CONTENERE TUTTA LA POPOLAZIONE ITALIANA  SUL MODELLO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA  ,  ESSENDO LE STESSE  PROGETTATE CON CRITERI ANTISISMICI  GRAZIE  ALLE FONDAMENTA A CUNEO, E ANTIALLUVIONE POSIZIONATE  IN ZONE SICURE  E GARANTITE  DALLA STESSA STRUTTURA UNIBLOCCO????
E RIPULIRE  QUINDI TUTTO IL TERRITORIO RESTANTE   DALLE COSTRUZIONI   CHE CI ANNO ACCOMPAGNATO SINO AD OGGI. 
 
 
 
 

ALLARME PIANETA TERRA

URGENTE : SI EVIDENZIA DAI DATI SOTTO ELENCATI  COME SIA DIVENUTO IMPORTANTE PRENDERE IN CONSIDERAZIONE  L'UNICO PROGETTO  PRATICO E FUNZIONALE  ( A MIO PARERE) CHE PUO' RISOLVERE  IL PROBLEMA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE .
 RICOSTRUIRE LE CITTA' ,  SECONDO IL MODELLO DELLA   CITTA' DI SOPRAVVIVENZA .
 
 
2012 AL 9° POSTO DELLA CLASSIFICA DEGLI ANNI PIU' CALDI DAL 1880
Gli scienziati della NASA, dopo aver analizzato i dati di temperatura della superficie terrestre, hanno posizionato il 2012 al 9° posto della classifica degli anni più caldi a livello globale a partire dal 1880.

Si conferma così la tendenza all’aumento delle temperature globali; i primi 10 posti di questa speciale classifica infatti sono occupati da anni recenti, tutti compresi tra il 1998 e il 2012. Si contendono la prima posizione il 2010 e il 2005.

Il Goddard Institute for Space Studies (GISS), il centro della NASA che si occupa di monitorare le temperature medie globali, ha comunicato che la temperatura media del 2012 è stata di 14.6 °C, cioè di 0.6 °C oltre la media del ventesimo secolo, che viene presa come riferimento. Dal 1880 ad oggi si è registrato un aumento della temperatura media globale di 0.8 °C.

Gli scienziati hanno sottolineato che esistono delle fluttuazioni della temperatura media di anno in anno a causa del variare delle condizioni meteorologiche, ma il costante incremento nell’atmosfera dei livelli dei gas a effetto serra determina una tendenza nel lungo termine verso un aumento delle temperature globali.

In futuro quindi ogni anno non sarà necessariamente più caldo del precedente, ma, con l’attuale ritmo di crescita del livello dei gas serra c’è da aspettarsi che ogni decennio sarà più caldo del precedente.

Tra i gas a effetto serra l’anidride carbonica (CO2) è quello che influenza maggiormente il clima della Terra. La sua concentrazione in atmosfera nel 1880 era di circa 285 parti per milione (ppm); nel 1960 l’Osservatorio di Mauna Loa nelle Hawaii misurò una concentrazione di circa 315 ppm; attualmente siamo poco oltre i 390 ppm.
 
 
 
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
1)Si evidenzia l'assenza della rete autostradale  e costruzioni sparse.
2)Il massimo risparmio energetico essendo compatta.
3)Il minimo sfruttamento  del suolo NATURALE impiegando addirittura  0,13 %  per costruire le citta' sul modello  CITTA' DI SOPRAVVIVENZA  
Il   restante 99,87 % verra' impiegato per agricoltura e foreste.
Quindi quale altra soluzione  ci puo' essere migliore di questa?

COMUNICATO 2 : MANIFESTAZIONE INTERESSE PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA

 GENTILISSIMI VISITATORI  A SCOPO  INFORMATIVO  , SI COMUNICA L'ATTIVITA' DEL SITO  , RIGUARDO I CONTENUTI  SUL PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA  CONTENUTI NEL BLOG.
VISTO IL GRANDE INTERESSE SUSCITATO  VI CHIEDIAMO GENTILMENTE IL VOSTRO PARERE   SIA  IN FORMA PRIVATA  VIA EMAIL  topgum@alice.it  ASSICURANDO  LA MASSIMA RISERVATEZZA  O NEI COMMENTI SOTTO OGNI ARTICOLO .
QUINDI VISTA L'IMPORTANZA  E  L'INTERESSE  CHE TALE PROGETTO PUO' SIGNIFICARE PER IL BENE  COMUNE  A LIVELLO MONDIALE , CERTI DELLA VS/COLLABORAZIONE
IN ATTESA  PORGIAMO  I NOSTRI   CORDIALI SALUTI    Donzello Vincenzo
 
 
 
Attività   vincenzodonzello.vpsite.it   ultimi 30 giorni
Visite per pagina   2.852
Visitatori 
      1.429
 
 
 
 
 

SMART CITY --LA CITTA DI SOPRAVVIVENZA VISTA O.S.

NEI DISEGNI  DI SEGUITO  SI  EVIDENZIA   LA STRUTTURA  DELLA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA VISTA DA UN ORBITA SUPERIORE.
SI NOTA IL CONCETTO  DELLA STRUTTURA FORMATA DA CERCHI CONCENTRICI INDIPENDENTI L'UNO DALL'ALTRO  E , ALLO  STESSO MODO UNITI TRA DI LORO , DALLE FONDAMENTA A  CUNEO ANTISISMICO E DAI COLLEGAMENTI  A RAGGIERA TRA I BLOCCHI  CERCHIATI.

COMUNICATO DEL 3 FEBBRAIO 2013

SOS ITALIA  , si proprio cosi' , stiamo assistendo  in diretta  complici le trasmissioni televisive dei media , a quanto e' stato detto nelle precedenti note, riguardo l'attuazione del piano di emergenza   di costruire  i cinque blocchi citta' sul modello della CITTA' DI SOPRAVVIVENZA.
 
In un recente convegno della CONFINDUSTRIA  Monza e Brianza si denunciava un dato sulle spese nazionali  complessive  di circa 850 miliardi di euro  per anno.
Come chiaramente espresso nel volantino , oltre a non avere presupposti   e progetti  per il futuro , si da una chiara e netta situazione  tragica  dello stato attuale , sul  fattore crescita e sviluppo  in ITALIA.
Quindi se  la classe dirigente  e' in uno stato di emergenza  dichiarata  emanando   lo SI SALVI CHI PUO'!!!!'.
COSA STIAMO ASPETTANDO ANCORA A METTERE IN ATTO  IL PROGETTO DI SALVEZZA  DELLA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA???? , L'UNICO POSSIBILE E CERTIFICATA MENTE PROVATO   CHE PUO' FUNZIONARE  IN UNA SITUAZIONE ECONOMICA  COME QUELLA  OGGI IN ITALIA.
I DATI PARLANO CHIARO PER COSTRUIRE CINQUE CITTA'  SUL MODELLO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA  e che possono contenere tutta la popolazione italiana    BASTANO  EUEURO 125 .258 .081 .004  X 5 citta'= EURO 626.290.405.020  .
E CIOE' MENO DI QUELLO CHE STIAMO SPENDENDO ATTUALMENTE  IN UN ANNO IN ITALIA  CIRCA 850 MILIARDI DI EURO.
Quindi mettiamoci al sicuro dal rischio poverta'  e poi penseremo alla ripresa  economica ,magari  proponendo lo stesso progetto a livello mondiale  alle nazioni piu' povere.
 
Ricordiamoci che piu' tempo passa e piu' diverra' difficile attuare il piano  per via dell'esaurimento delle risorse !!!!.
Per cui diamoci da fare uomini  e donne  e in special modo mi rivolgo a voi giovani
ricordate , che non esiste attualmente un altro progetto funzionale , pensateci bene!
Se il lavoro diminuisce giorno per giorno  a causa dei paesi esteri emergenti , quale sistema e piu' funzionale di uno che riduce al massimo le spese  attraverso la costruzione  di queste citta'  di sopravvivenza , e ne assicura  la sopravvivenza  con il minimo dispendio di energia , pensate un po alla filosofia delle Cascine Lombarde  costruite  con le migliori tecnologie  di oggi, difatti immaginate la CITTA' DI SOPRAVVIVENZA  come una grande cascina  circolare  a dieci piani con cento cerchi  con un diametro  di 15 km., e che possono vivere tranquillamente   12.161.225  persone in 3.040.306 appartamenti x 4 persone  da 80mq. cad 1.
 
Bene gradirei qualche vostro parere  grazie  .. un saluto cordiale
 
RSS Segui Diventa fan

Articoli recenti

RESOCONTO BLOG AL 14-07-2019 Progetto Citta' di Sopravvivenza
FUGA DALL'ITALIA delle ATTIVITA' INDUSTRIALI
LA FAMIGLIA OBAMA IN VISITA A COMO
GLI USA PROMOTORI DEL PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
Allarme Onu: un milione di specie a rischio estinzione

Post più popolari

LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA A MILANO
LETTERA ALLA CASA BIANCA PER LA QUESTIONE IN SIRIA
PRESENTATO DISEGNO AL MIUR
ALLARME PLANETARIO INQUINAMENTO AMBIENTALE
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA

Categorie

25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE
5 giugno 2016
ALL'ARME MALTEMPO
all'arme planetario inquinamento ambientale
BENITO MUSSOLINI
BUON NATALE FELICE ANNO 2019
Buon Natale e Felice Anno 2016
cambiamento climatico
CHI COMANDA IL MONDO
chi è
citta di sopravvivenza di donzello vincenzo
COLLABORAZIONE INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO PROGETTO CITTA DI SOPRAVVIVENZA
COME EVITARE IL CONFLITTO MONDIALE
COSA PUO' CAMBIARE IL MONDO
COSA SONO I BUCHI NERI NELLO SPAZIO
CRISI IN SIRIA
crisi economica
crisi energetica
crisi esistenziale
CYCLOPEDIA.NET
DISCRIMINAZIONI RAZZIALI
donazione
EBOLA (SOLUZIONE PER MARGINARE LE PANDEMIE)
effetto serra allarme pianeta terra
ELEANOR ROOSEVELT
ELEZIONI PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
EMERGENZA UMANITARIA
ESTINZIONE RAZZA UMANA
EXPO LA RISPOSTA AL MONDO
fuga ttivita industriali
FUTURO AI GIOVANI
GENOVA(PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA per rischi idrogeologici)
GIORNATA DI PROTESTA CAMBIAMENTO CLIMATICO
GIOVANI DEL FUTURO
GLI USA IN POL POSITION NELLE SMART CITY
GLI USA SONO SULLA STRADA GIUSTA
https://www.msn.com/it-it/video/notizie/allarme-onu-un-milione-di-specie-a-rischio-estinzione/vi-AAA
I DISASTRI DELL'UMANITA'
I GIOVANI NELLA CITTA DI SOPRAVVIVENZA
I LIMITI DELL'UOMO
IL TEMPO E' ARRIVATO
IL FUTURO BUSSA ALLE PORTE ANNO 2015
il futuro delle citta'
IL FUTURO DELL'UOMO
il futuro e adesso
IL REGNO DI DIO
IL RITORNO DI JESù
IL SEGRETO DELLE PIRAMIDI
IN COSTRUZIONE LE CITTA' DI SOPRAVVIVENZA progetto iniziato da Donzello Vincenzo di Seveso
INQUINAMENTO ATMOSFERICO IN USA
inquinamento in fondo al mare
INVENZIONE FILOSOFIA SMART CITY
ISIS (lA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA PER ARGINARE IL TERRORISMO)
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA A MILANO
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA NEGLI USA
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA NEL TERRITORIO ITALIANO
LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA PUO' SALVARE IL MONDO
LA CITTA' INTELLIGENTE
LA CITTA'DI SOPRAVVIVENZA SALVEZZA DEL MONDO
LA GIOVENTU' SENZA SPERANZA
LA MATEMATICA E L'ESSERE SUPREMO
LA PASQUA
LA PREGHIERA DI ADAMO
LA SALVEZZA DEL MONDO
LA SANTITA' NELLA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
LA SPERANZA DEL'UMANITA'
LA TEORIA DELLA PAROLA
LA TERORIA DI DARWIN
LACI
l'arma del Male
LE CASCINE LOMBARDE
LE CRIPTO VALUTE
LE DISCRIMINAZIONI
LE OPERE DI UN PADRE
LEGGE ENDA
LEGNANO E LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
LETTERA A PUTIN PER LA QUESTIONE SIRIANA
LETTERA ALLE UNIVERSITA'
L'EVOLUZIONE DEI POPOLI
L'IMMAGINAZIONE
L'IMPRENDITORE ITALIANO
lo strumento del potere
L'OMBRELLO DEL MONDO
L'ORIGINE DELL'UNIVERSO
L'ORTO CONDOMINIALE
L'UOMO DEL FUTURO
oggetto
ORIGINE DELL'UNIVERSO La Parola ed il Silenzio
PARCO DEL PORTELLO
PARTITO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
PASQUA 2019
PETIZIONE AL GOVERNO USA LA CITTA DI SOPRAVVIVENZA
PIANETA TERRA 22 APRILE 2016
POLVERI SOTTILI E FILTRO ANTI PARTICOLATO
preistoria e futuro
PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA
PROGETTO CITTA' DI SOPRAVVIVENZA NEL RISCALDAMENTO GLOBALE
progetto di sopravvivenza
PROGETTO DI SOPRAVVIVENZA CONTRO LA FAME E CARENZE ASSISTENZIALI IN POSIZIONI CLIMATICHE AVVERSE
reconto al 14-07-2019
REDDITO DI CITTADINANZA --CITTA DI SOPRAVVIVENZA
RIMPATRIO DEI POPOLI
RISCHIO IDROGEOLOGICO TERRITORIO ITALIANO
RISCHIO IDROGEOLOGICO (LA CITTA' DI SOPRAVVIVENZA SOLUZIONE )
RITORNO ALLE ORIGINI
SMART CITIES
Smart city
SMART CITY- IMPRENDITORIA ITALIANA
SMART CITY- SITUAZIONE IMPRESE ITALIANE
SMART CITY- TASSE CLASSE MEDIA USA
SMART-CITY: INTERESSE SULLA CITTA'DI SOPRAVVIVENZA E SUA FILOSOFIA
SOLUZIONE RISCALDAMENTO PIANETA TERRA
SOLUZIONE DEMOGRAFICA TERRESTRE
SOVRAPPOPOLAMENTO DELLE CITTA'
TASSE SCOLASTICHE ALLA CLASSE MEDIA AMERICANA
ULTIMATUM PIANETA TERRA
VISITA A COMO FAMIGLIA OBAMA

Archivi

luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
agosto 2018
luglio 2018
maggio 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
ottobre 2017
agosto 2017
giugno 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
ottobre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
giugno 2015
maggio 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
novembre 2014
ottobre 2014
giugno 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012

powered by

Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint